Read more" /> Oliver Stone a Taormina | ArtEventi Sicilia
ArtEventi Sicilia

Oliver Stone a Taormina

Oliver Stone in grande forma alla masterclass che si è svolta il 13 Giugno  2011 nella Sala Fondazione Roma Mediterraneo del Palazzo dei congressi, nell’ambito del Taormina Film Fest. Il regista statunitense ha iniziato a parlare del film “Alexander Revisited: The Final Unrated Cut”. “Questa pellicola – ha spiegato Stone – è costata tantissimo e ha avuto una critica feroce in molti Paesi. Alla fine, però, siamo entrati nella Top 20 e questo è per noi motivo di soddisfazione. Nonostante il film fosse stato criticato, io sono andato avanti comunque. Ci sono alcuni progetti folli che con il tempo migliorano: Alexander è uno di questi. Ieri, al Teatro Antico, ero molto emozionato, anche se c’era un po’ di freddo. Il film è stato realizzato per una sala cinematografica, anche se c’è da dire che il suono e tutte le altre caratteristiche erano impeccabili. Io vengo dal cinema e ho visto tante sale cinematografiche, ognuna è diversa. Il Teatro Antico ha il suo fascino. La versione vista ieri sera permette di vedere il film anche in schermi giganteschi. Ricordo che l’antica cavea taorminese è l’unico posto all’aperto del mondo dove si può vedere il 3D”. Dal pubblico arrivano a Stone diverse domande e lui parte  dalla sua giovinezza. “Quando ho iniziato, da giovanissimo – ha continuato il regista – ho scritto un romanzo che è stato rifiutato e per questo ero triste. Sono tornato in Vietnam e ho deciso di smettere di scrivere per il resto della mia vita”. Stone, come si ricorderà, ha combattuto in Vietnam come volontario dal 1967 al 1968 , è rimasto ferito due volte in combattimento, guadagnandosi la “Bronze Star Medal” al valore. “Lì – ha proseguito – avevo una fotocamera e sono riuscito a fare alcuni scatti. La fotografia mi ha permesso di guardare la vita al di là della scrittura”. L’attore newyorkese ha invitato tutti i ragazzi presenti in sala a recarsi  alle urne per votare contro la privatizzazione dell’acqua e contro il nucleare. Poi, si è soffermato sui documentari girati su Fidel Castro. “Fidel? E’ un uomo piacevole, per tutte le stagioni. Con lui si può davvero parlare di tutto.”. Infine, una domanda: cosa ne pensa di Obama e di Berlusconi? Oliver Stone evita l’argomento: “Sono qui per la masterclass, non voglio parlare di politica”.

Print Friendly
 
Comments

No comments yet.

Leave a Reply