Read more" /> I-design: a Palermo l'eccellenza italiana | ArtEventi Sicilia
ArtEventi Sicilia

I-design: a Palermo l’eccellenza italiana

A Palermo, dal 20 al 27 ottobre I-design, la manifestazione dedicata all’Eccellenza italiana fra mostre, installazioni, conferenze, libri, installazioni, allestimenti di vetrine e collezioni  in 21 luoghi di Palermo. Seconda edizione per  I-design, la  manifestazione promossa da Assocultura Confcommercio, dedicata alla valorizzazione della cultura del disegno industriale internazionale, nonché delle aziende e dei professionisti che operano nel settore. I-design è realizzata con la collaborazione dell’assessorato dei Beni culturali e dell’identità siciliana, della Soprintendenza dei beni culturali, del Museo Riso, del Comune di Palermo, dell’Università degli studi di Palermo, dell’Accademia di belle arti di Palermo, dell’ADI Sicilia, dell’AIAP (Associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva), dell’Ordine degli architetti di Palermo e dell’AIPI (Associazione italiana progettisti d’interni).

Bicicletta Cannatella

Bicicletta Cannatella                                                                                            

I-design nasce come momento di sviluppo culturale ed economico, fondato sulla valorizzazione del design industriale locale, inserito in un contesto nazionale ed estero. Il design viene visto come strumento fondamentale per la rinascita di un territorio e come opportunità per i giovani. Grazie alla partecipazione di studi di progettazione, aziende e designer saranno animate vetrine ed esercizi commerciali del centro storico con esposizioni e installazioni. Tra queste, le vetrine della Rinascente che, nella prima edizione ha ospitato il progetto Wonderland curato dalla designer milanese Eliana Maria Lorena, dedicato alla storia di Alice nel paese delle meraviglie, e che quest’anno ospiteranno Colors, dedicato all’attività di ricerca sulle mappe cromatiche, di cui la stessa Eliana Maria Lorena è esperta. Anche quest’anno I-design ospiterà la mostra di un designer storico,  grazie alla collaborazione della Soprintendenza dei beni culturali, della Fondazione Achille Castiglioni e del Museo omonimo, sarà presentata A casa Castiglioni, ovvero la casa secondo questo grande designer, attraverso la ricostruzione di ambienti di un’abitazione all’interno del Castello della Zisa, dove si svolgerà, per tutta la durata della mostra, una performance curata dalla figlia di Achille Castiglioni. Per tutta la settimana sono, inoltre, previste conferenze tenute da designer siciliani che, durante il loro percorso professionale, hanno saputo elaborare prodotti innovativi, sviluppati da realtà imprenditoriali di fama internazionale. Le conferenze saranno curate e organizzate dall’Associazione Flavio Beninati e dall’omonimo Archivio. Previsti anche convegni curati dall’Associazione italiana progettisti d’interni, che riguarderanno la progettazione degli interni nelle strutture ospedaliere, con particolare attenzione ai reparti oncologici; l’uso innovativo di materiali tradizionali quali il marmo, il ferro e il legno, a cui si aggiunge la presentazione di un’imbarcazione di alto profilo, realizzata con tecnologia “Swath”, usata in ambito militare. Quest’ultimo incontro è curato dalla Soprintendenza del Mare e dal Cantiere dei Sassi di Bergamo.

Ecco il programma :

Anteprima sabato 19 ottobre, alle 18,30 da LupoArt, in Via Libertà 74/C, dove sarà inaugurata Design da appendere a cura di Angelo Pantina. Tre tipologie di oggetti, progettati e autoprodotti dagli Allievi del Laboratorio di Disegno Industriale della Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo.

Domenica 20 ottobre, l’opening della manifestazione al Castello della Zisa, dove sarà inaugurata la mostra A casa Castiglioni. Un racconto attraverso oggetti che hanno fatto la storia del design. Saranno esposti gli oggetti ideati per la vita quotidiana firmati da Achille Castiglioni, accompagnati da una performance rappresentata dalla figlia del noto designer. Al termine, sarà offerto un gadget dolciario offerto dall’azienda Pellegrino.

Alle 16,30, nello Spazio Cannatella (in via Papireto 10) inaugurazione della mostra Ospiti d’onore, a cura di Biciclette Cannatella, Spazio23, e TODOdesign: Biciclette d’artista all’interno di una scenografia composta da oggetti d’arredo progettati da Massimiliano Masellis, Salvatore Barone, Andrea Liguori e Gianpaolo Rampolla.

Alle 17,30, nella ex Real Fonderia di piazza Fonderia s’inaugura la mostra Alla ricerca del tempo tratto: oggetti per la misurazione del tempo progettati dagli studenti del Laboratorio di Disegno Industriale della Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo, condotto dal professore Dario Russo, in collaborazione con Trattotempo.

Alle 18,30, nello Spazio XXS, di via XX Settembre 13, inaugurazione della mostra La casa di Ninì, da un progetto di Filli Cusenza: è riprodotto un nucleo abitativo attraverso il linguaggio della fiber art, l’arte del tessuto.

Alle 21,00, presso la Galleria Monteleone (in via Monteleone 3), inaugurazione della mostra intitolata Mobilità sostenibile,  progetto realizzato dal Laboratorio di disegno industriale della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo, curato dal professore Benedetto Inzerillo, in collaborazione con Lombardo Bikes Spa. Sarà, inoltre, presentato l’esito di una ricerca nell’ambito dei trasporti e della mobilità sostenibile. Sempre alle 21,00 ancora nella Galleria Monteleone sarà inaugurata la mostra “Rosso come il corallo” dedicata alla produzione più recente dell’ultimo maestro corallaro trapanese, Platimiro Fiorenza.

Lunedì 21 ottobre, alle 10,00 all’Arsenale borbonico (in via dell’Arsenale 142), è in programma la presentazione del progetto Aurea: un’imbarcazione altamente innovativa prodotta dal Cantiere dei Sassi di Bergamo, realizzata con la tecnologia s.w.a.t.h. usata in ambito militare. Sarà presente il Soprintendente del Mare, Sebastiano Tusa, e i progettisti.

Alle 17, nei locali dell’associazione Flavio Beninati (in via quintino Sella 35), inaugurazione della mostra Car.Pe.Pia.Ve: 4 designers. Quattro designer palermitani, Walter Carzan, Gianni Pedone, Ino Piazza, Vittorio Venezia, in un percorso che parte dal prodotto finito per arrivare alla pura intuizione, attraverso schizzi e modelli in scala. Sempre alle 17, nei locali della stessa associazione Beninati sarà anche inaugurata la mostra “Arteformare in funzione del desiderabile”, a cura di Ino Piazza, un connubio tra evoluzione tecnologica e progetto creativo. A seguire, conferenza di Vittorio Venezia a cura di Manfredi Beninati e Maria Romana Tatamo. Vincitore di premi internazionali, alcuni progetti di Venezia sono stati esposti alla Triennale di Milano, al Louvre e al Maxxi.

E alle 19, da Vuedu, in via Sperlinga 32 inaugurazione della mostra Noumèno, la cosa in sé a cura di Fabio Lombardo, noto designer palermitano che ha lavorato dal 1986 con Afra e Tobia Scarpa. In mostra pannelli, oggetti e foto.

Martedì 22 ottobre, alle 18 ai Cantieri culturali alla Zisa (padiglione 15), s’inaugura Materia leggera a cura di Viviana Trapani, realizzata con gli studenti del corso di Laurea in Disegno Industriale della Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo: una ricerca sulla produzione di oggetti per la casa in materiali trasparenti, come il vetro e il plexiglass.

Alle 18,30, a Palazzo Alliata di Pietratagliata (in piazza Bologni 18) apertura della mostra intitolata A cavallo di una Harley. Esposti modelli d’eccezione, rielaborati in modo assolutamente originale. Simbolo dell’american dream, l’Harley Davidson conquista milioni di appassionati in tutto il mondo.

Mercoledì 23 ottobre, alle 18, al Museo Riso (in corso Vittorio Emanuele 365) inaugurazione della mostra Design abroad. Il design argentino in Italia, a cura di Veronica Ciaglia e Cinzia Ferrara. Presenta le produzioni di alcuni giovani designer che lavorano nei settori del graphic e product design, del fashion design e del design del gioiello. Venti protagonisti offriranno uno spaccato sullo stato del design contemporaneo in Argentina.

Giovedì 24 ottobre, alle 15,30, nei locali dell’Ordine degli architetti (in piazza Principe di Camporeale 6) è in programma il convegno Pietra, marmo, legno, ferro. Materiali sempre più innovativi: una ricerca sulle nuove produzioni e potenzialità dei materiali. A cura di A.I.P.I. Saranno presenti il Presidente Provincia di Palermo, dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Palermo, Alfonso Porrello, e il Presidente Nazionale di AIPI, Sebastiano Raneri.

Alle 16,30, presso Dudù Bon Bon (in via Carducci 2) si presenta il libro Una fetta di torta for kids, a cura di Letizia Grella, una delle più note cake designer italiane. Sarà presente l’autrice.

Alle 17, da Laros Uomo (in via Libertà 36) opening di un progetto espositivo realizzato nelle vetrine dello store Laros, improntato sulla sinergia di espressioni artistiche che legano gli antichi patrimoni manifatturieri all’innovazione. Realizzato dalla docente Arianna Oddo con gli studenti del Corso di tecniche e Tecnologie della decorazione e del biennio specialistico di decorazione dell’Accademia di Belle Arti di Palermo. Il progetto prosegue all’interno con un laboratorio live.

Venerdì 25 ottobre, alle 15,30, nei locali dell’Ordine degli architetti (in piazza Principe di Camporeale 6) si terrà il convegno intitolato Progetta un sorriso, a cura di A.I.P.I. in collaborazione con Dottor Sorriso onlus, L’incontro presenta testimonianze e ricerche in ambito pediatrico, per una progettazione dei contesti sanitari attenti alle esigenze dei piccoli degenti. Interverranno il Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Palermo, il Rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla e il Presidente nazionale A.I.P.I. Sebastiano Raneri.

Sabato 26 ottobre, alle 17, presso l’Associazione Flavio Beninati (in via Quintino Sella 35) conferenza di Ino Piazza, a cura di Manfredi Beninati e Maria Romana Tetamo. Piazza, noto in ambito internazionale, ha avuto premi e riconoscimenti importanti. Nel 2010 si classifica al quarto posto al concorso internazionale indetto dall’Ente Porto di Palermo per le riqualificazione delle gru scaricatori di porto.

Alle 18, da Vialmeydatre in via Almeyda 3, Consigli di gusto: una sorpresa per i sensi organizzata da una nuova originale realtà imprenditoriale, Vialmeydatre, che coniugherà suoni, sapori e odori in una nuova formula organizzata grazie alla collaborazione di brend internazionali.

Domenica 27 ottobre, alle 18,30 presso l’Associazione Flavio Beninati (in via Quintino Sella 35) conferenza di Gianni Pedone, a cura di Manfredi Beninati e Maria Romana Tetamo. Gianni Pedone è specializzato in automotive design. Ha lavorato presso il Centro stile Pininfarina e alla Honda R&D (Research and Design). Ha creato il marchio Morfonauta, attivo nel design avanzato.

Alle 21, alla Galleria Monteleone (in via Monteleone 3) in programma la presentazione della collezione di t-shirt dedicate al tango, realizzate dall’artista Carlo Lauricella

 

Vetrine

Dal 17 al 27 ottobre, presso La Rinascente di via Roma, “Colors”, a cura di Eliana Maria Lorena. Una ricerca condotta dalla nota designer, un’originale esposizione di oggetti e arredi inseriti in un’esplosione di colori, ciascuno con un proprio significato. Sono i colori dei monitor e della sintesi additiva accompagnati da una serie di pezzi di design, divenuti vere e proprie icone.

Sempre dal 17 al 27 ottobre, sempre a La Rinascente, “Foulard”, a cura di Eliana Maria Lorena. Una mostra di disegni in cui è presentata la ricerca cromatica della designer nel campo del design tessile. Il foulard è indagato in tanti formati per ogni abitudine del vestire.

Dal 20 al 27, da Laros Donna (via Libertà 33), Roberta De Grandi espone la produzione “Numeroprimo”, una collezione di borse che pur presentando la caratteristica della serialità della forma, ha in realtà una propria individualità: su ogni pezzo viene ricamata una storia e un numero primo, simbolo dell’unicità.

Dal 20 al 27, presso Mondadori multi center di via Ruggero Settimo, “Pop-up in vetrina”: progetto realizzato dal professore Ivan Agnello, docente di Modellistica e Design presso l’Accademia di Belle Arti, insieme con gli allievi. Quattro testi interattivi per piccoli lettori con semplici illustrazioni e raffinate animazioni tridimensionali.

Sempre dal 20 al 27 ottobre, presso La Feltrinelli di via Cavour, in vetrina gli orologi Trattotempo di Fabrizio Pollaci, realizzati interamente a mano, e una seduta pieghevole in cartone, realizzata per eventi temporanei dal gruppo d/storto.

E ancora dal 20 al 27, allo Spazio Deep (in via Rosolino Pilo 21, 23) Eleonora Balsamo presenta “Padong”, una linea di lampade create dalla trasformazione di vecchi prodotti e portati a nuova vita, rifacendosi al concetto di “upcycling”.

Infine, dal 19 al 31 ottobre, da Laros Uomo (in via Libertà 36) l’arte nelle vetrine di Laros uomo, realizzate dalla professoressa Arianna Oddo con gli studenti del Corso di tecniche e tecnologie della decorazione e del biennio specialistico di decorazione dell’Accademia di Belle Arti di Palermo.

 

 

 

Print Friendly
 
Comments

No comments yet.

Leave a Reply